Volley maschile: sconfitta in quel di Tuscania

  • 02/11/2014

tuscaniaLa squadra è partita da Roma grintosa e determinata. Il morale è quello giusto per affrontare una buona squadra come quella di Tuscania.
Nella prima parte del primo set i nostri ragazzi partono un po’ contratti ma le squadre lottano punto su punto fino al 9-9. Un paio di errori in attacco e in facili ricostruzioni innervosiscono i nostri giocatori che si disuniscono e perdono il set 25-15 commettendo anche molti errori in battuta. L’ottimo intervento del Mister Ferrise dà i suoi risultati all’inizio del secondo set. Infatti i nostri ragazzi giocano meglio e staccano gli avversari con un perentorio 1-6. Riusciamo a mantenere un discreto vantaggio fino al 13-15. Una serie inspiegabili di errori in tutti i fondamentali spengono letteralmente la nostra squadra che, quasi non giocando più, perde il set 25-17. Nel terzo set la squadra di Tuscania dilaga letteralmente affondando i nostri ragazzi con un perentorio 25-12. A niente sono serviti i numerosi interventi e tentativi del Mister Ferrise che ha provato a infondere, in tutti i modi, la sua grande grinta ai giocatori.
A far pendere la bilancia della partita dalla parte della squadra di Tuscania non sono state le capacità sportive dei singoli giocatori (infatti il livello tecnico e le doti agonistiche dei nostri ragazzi sono altissime), agli atleti universitari è mancato lo spirito di sacrificio, il voler fare al meglio il proprio compito per agevolare il compagno, la voglia di superare insieme i momenti di difficoltà. Siamo sicuri che i nostri ragazzi, guidati egregiamente dal mister Ferrise, non si lasceranno sfuggire la lezione che la vita ci ha impartito oggi. Una squadra affronta le difficoltà insieme spronandosi e aiutandosi a vicenda. Una squadra moltiplica le forze del singolo e minimizza le lacune personali e questo i nostri ragazzi oggi lo hanno imparato bene. Lezioni come quella di oggi servono per far crescere le squadre e farle diventare davvero forti, e noi crediamo fermamente nelle potenzialità e nella forza della nostra squadra. Siamo sicuri che i nostri ragazzi ci faranno divertire e ci renderanno orgogliosi di loro.

Antonio Garritano