Bulgarella: solo giocando bene e insieme sarà possibile fare il salto di qualità

  • 21/05/2017

Ci siamo… in vista del traguardo, a poche ore dal sogno, abbiamo scambiato qualche riflessione con Giovanni Bulgarella, Team Manager della squadra di calcio.
Sei soddisfatto del traguardo raggiunto e cosa significa poter disputare una finale di Coppa Lazio per la sua società?
Si, è un sogno che si avvera. Uno degli obiettivi della stagione, perseguito con costanza, sacrificio, spirito di gruppo. E adesso siamo qui, ad un passo dal traguardo che aprirebbe le porte ad una categoria superiore. La finale è frutto di un duro lavoro dei giocatori, studenti LUISS impegnati tanto in Aula quanto in campo; della dirigenza e dello staff tecnico, sempre presenti; e poi del sostegno da parte dell’Università. La squadra in questi anni in prima categoria ha avuto la possibilità di crescere e capire come meglio gestire l’ambizione e la voglia di fare il salto di qualità.

Raccontaci le tue emozioni in vista della finale…
Le emozioni sono tante per la nostra squadra. Stiamo affrontando questi giorni di preparazione e attesa come si fa per un vero e proprio esame, uno di quelli che i nostri ragazzi sono abituati ad affrontare nella loro carriera accademica. Possiamo dire che è l’esame di laurea del gruppo. La voglia di giocare la partita è tanta, aspettiamo solo di poter scendere in campo per questa gara contro una squadra che ha fatto un percorso simile al nostro durante la stagione con cui possiamo giocarci ad “armi pari” la finale. Sarà sicuramente una grande partita.

Quale sarà la chiave per superare l’ultimo step che potrebbe traghettare la società in Promozione?
Arrivare in finale dimostra che entrambe le squadre sono tecnicamente valide rispetto alle rivali affrontate fino ad oggi. La differenza la faranno la testa e il cuore: la concentrazione e la passione, la consapevolezza che solo giocando bene e insieme sarà possibile fare il salto di qualità.