Calcio Promozione: Oreste Rotondi, la competizione con mio fratello

  • 25/11/2017

Oreste Rotondi, studente di Economia e Management, è entrato a far parte della SSD LUISS lo scorso anno, ma dato il bellissimo rapporto che si è venuto a creare con il gruppo, egli stesso ci ha confidato che è come se ne facesse parte da una vita. Quest’oggi ha raccontato un po’ di sé, e le sensazioni in vista della prossima partita:

Sappiamo che in squadra c’è anche tuo fratello Alessandro, che rapporto hai con lui sia fuori che dentro il terreno di gioco?

“Fin da piccoli io e mio fratello abbiamo militato nelle stesse squadre, i primi passi su un campo di calcio li abbiamo fatti insieme grazie alla passione che è riuscito a trasmetterci nostro nonno. Fuori dal campo abbiamo un rapporto bellissimo, frequentiamo le stesse persone e ci diamo sempre una mano l’un con l’altro, ma quando entriamo in campo scatta una sorta di competizione, ma a dir la verità giocare insieme ha rafforzato il nostro rapporto sia dentro che fuori il campo.”

Finalmente domenica siete tornati alla vittoria, quanto conta l’impatto psicologico ai fini del risultato?

“Si, finalmente domenica siamo tornati alla vittoria, anche se come gruppo non siamo soddisfatti della nostra prestazione, poiché abbiamo le qualità per esprimerci molto meglio in campo.
L’aspetto psicologico è importantissimo quando si scende in campo per disputare una partita, ed a mio parere influisce sulla prestazione della gara del 50%. Essere mentalmente concentrati sulla partita è l’aspetto fondamentale per portare la squadra alla vittoria, un calo di concentrazione in un campionato come la Promozione può essere determinante sul risultato, poiché gli avversari non aspettano altro. Infatti, anche uno degli aspetti tecnici più facili come un controllo di palla può essere sbagliato se non si è concentrati al 100% su quello che si sta facendo.”

I prossimi avversari sono i terzi in classifica, a soli 3 punti dalla vetta, come pensi andrà la partita?

“La partita di domenica si prospetta molto impegnativa, già da martedì abbiamo iniziato a lavorare tatticamente e mentalmente con il mister per prepararci al meglio. Le qualità dell’avversario non si posso discutere vista la posizione in classifica che attualmente occupa, ma sono sicuro che se scenderemo in campo mentalmente concentrati potremmo dire la nostra facendo una buonissima prestazione.”

Che aria si respira dentro lo spogliatoio prima di un match così importante?

“La tensione è visibile negli occhi di tutti i miei compagni e dirigenti. Spesso la tensione porta alla paura di commettere gli errori più banali in campo, ma una volta che l’arbitro fischia l’inizio della partita questa deve essere trasformata in cattiveria agonistica e sicurezza mentale per affrontare al meglio l’intero match. Sono sicuro che se riusciremo a fare tutto ciò saremo in grado di fare una grande prestazione, sperando ovviamente in una bella vittoria.”

Appuntamento quindi alle ore 11:00 presso il Futbol Campus di Via del Baiardo 26 per il big match tra SSD LUISS e Vicovaro. #LUISSmorethanfamily