Pietro Guido Mora: il nuoto come stile di vita

  • 27/12/2017

Il suo percorso accademico lo vede come laureato Magistrale in Relazioni Internazionali, quello sportivo come Team Manager della nostra squadra di nuoto, dopo un passato da stileliberista e delfinista sempre tre le fila del nostro Ateneo. Pietro Guido Mora, ci racconta, il perché della scelta di sposare il progetto sportivo LUISS e il tipo di ambiente trovato.

L’ università mi si è presentata da subito come terreno fertile nel quale poter coltivare diverse esigenze e, tra queste, naturalmente anche lo sport. All’inizio della mia avventura, il “progetto nuoto” era agli albori e calarsi in una realtà in divenire è stato come partire per un viaggio senza sapere bene dove e quando si sarebbe concluso. Al mio addio come atleta, avvenuto nel Giugno 2017, invece, ho lasciato una squadra sponsorizzata tecnicamente da Arena, sostenuta da Banca Intesa SanPaolo, che si allena alla Piscina del Foro Italico e della quale – seppur simbolicamente – fa parte anche un campione olimpico come Gregorio Paltrinieri. Un percorso, dunque, evolutosi in maniera esponenziale che mi ha permesso di condividere momenti meravigliosi con persone che porto nel cuore.

Quanto alla sua personale idea sulla Dual Career ha affermato:

Dual Career per me significa poter affiancare la pratica sportiva allo studio e – per esperienza  personale – questo consente di alzare il rendimento in ambito universitario. Terminare una giornata di studio nuotando e faticando dentro l’acqua, incide positivamente sul recupero delle energie psico-fisiche, permettendo di scaricare le tensioni accumulate nel modo che, personalmente, amo do più. Inoltre, far parte di una squadra significa coltivare competenze trasversali –  come ad esempio team building, gestione dello stress, rispetto delle gerarchie – che saranno poi fondamentali anche in ambito professionale. Dunque posso certamente affermare che praticare sport, rappresenta un valore aggiunto, non certo un impedimento”.