Nuoto, il Luiss Swim Team fa il pieno di medaglie anche a Legnano

  • 16/04/2019

Al 13° Trofeo Master Città di Legnano più di 910 nuotatori si sono tuffati in acqua in rappresentanza di 75 società. Una conferma di come il meeting del Circuito Supermaster FIN sia il più richiesto della stagione. Asticella molto più alta per il Luiss Swim Team, che nella prima trasferta ha dimostrato di saper fare una cosa sola: vincere.

Le cose vengono messe in chiaro da subito. Ad aprire il programma della mattina ci sono i 200 rana, dove Edoardo Cortopassi (2.32.76) ed Emanuele Greco (2.35.86) trionfano nelle rispettive categorie.

È il momento della gara più veloce, i 50 stile libero: vietato fare errori. Come di consueto le prime a scendere in acqua sono le ragazze: Sofia Malagnino è d’oro in 28.81. Michela Rudelli, propensa a distanze più lunghe, chiude con un ottimo 31.52 finendo nella top 10.

Seguono i ragazzi: Marco Impagnatiello, fresco di laurea, rompe la barriera dei 30 secondi (29.93), sempre importante nelle due vasche secche. Marco Albano continua a migliorarsi scendendo a 28.13. Ad un passo dal podio, Mauro Immediato quarto con 24.62 e Luigi Perricone sesto a 25.79. Il simpaticissimo sardo Francesco Canu vince l’argento in 25.14 e uno spaziale Alberto Crosato trionfa in 23.97. Solo applausi e complimenti per loro.

È tempo dei 100 misti, gara sempre divertente da vedere. Carolina Rubino conquista il bronzo in 1.15.76. Lo stesso fa Luigi Perricoine (1.03.12), mentre chiude quinto Andrea Cerrocchi (1.04.66). Quinto anche Cosmo Lucreziano nei 50 farfalla in 29.45.

La mattinata di gare si chiude con la 4×50 mista (due uomini e due donne), dove il Luiss Swim Team schiera Rubino-Cortopassi-Perricone-Malagnino. Brillante prestazione, abbondantemente sotto i due minuti (1.58.51).

La sessione pomeridiana si apre con la gara regina, i 100 stile libero. Sofia Malagnino è d’argento grazie a un ottimo 1.02.95, Michela Rudelli chiude sotto il minuto e dieci (1.09.50).

I ragazzi non deludono: Marco Impagnatiello, all’esordio nella distanza più lunga, nuota 1.08.27, mentre Marco Albano chiude in 1.04.41. Francesco Canu (55.51) e Mauro Immadiato (54.43) raggiungono il terzo gradino del podio nelle rispettive categorie. Alberto Crosato domina in 52.85 ed è imprendibile. Un tempo inimmaginabile anche per i tecnici Andrea Gargallo e Alessandro Terrin, sorpresi dal suo cambio di passo.

Finalmente una gara a dorso: Carolina Rubino vince i 100 in 1.11.32 e Andrea Cerrocchi finisce terzo in 1.04.17. Ad un passo dal podio il delfinista Cosmo Lucreziano, quarto in 1.05.44.

A chiudere la manifestazione ci sono i 50 rana: Edoardo Cortopassi trionfa in 31.18, Emanuele Greco è secondo in 31.75.

La fantastica due giorni di Legnano, organizzata dalla team manager Gloria Tarantino, ha unito maggiormente la squadra. I ragazzi sono una vera e propria famiglia. Ora aspettano impazientemente di rituffarsi in acqua per fare bene nella gara che chiuderà la stagione. Un’annata di successi, che può rendere orgogliosi l’allenatore Andrea Gargallo e il direttore tecnico Alessandro Terrin.